Rozen maiden

recensito da Rie Tanaka

Rozen Maiden

Jun Sakurada è uno studente che si rifiuta di andare a scuola a causa di alcuni problemi mentali derivati da un’esperienza traumatica avuta in passato. Costantemente chiuso nella sua camera, ha l’hobby di ordinare online oggetti dai presunti poteri sovrannaturali per poi restituirli subito prima che scada il periodo di prova per non doverli pagare. La sorella maggiore, Nori Sakurada, fa tutto il possibile per aiutarlo, ma non è in grado di stabilire un dialogo.
Un giorno, Jun riceve una misteriosa lettera che lo attesta come vincitore di un fantomatico premio e gli chiede se vuole “caricare” o no. Dopo aver scelto di caricare e aver messo la lettera nel cassetto come recitavano le istruzioni, Jun riceve una scatola finemente decorata con all’interno una bambola vestita in stile vittoriano. Spinto dalla curiosità, Jun decide di caricarla. Con sua grande sorpresa, la bambola prende improvvisamente vita, si alza in piedi, gli si avvicina e lo schiaffeggia. Dopo aver chiesto il nome del ragazzo, infine, si presenta come Shinku, quinta bambola delle Rozen Maiden, e in men che non si dica Jun si ritroverà coinvolto in una misteriosa battaglia tra bambole con il compito di proteggere la Rosa Mystica di Shinku.

Rozen Maiden Vol 1 Rozen Maiden Vol 2 Rozen Maiden Vol 3

Personaggi Principali

Suigintou

Suigintou è la prima bambola della collezione Rozen Maiden. Tra tutte, è quella che più desidera vincere il Gioco di Alice, spinta sopratutto dal suo morboso desiderio di incontrare il “Padre”. Sadica, piena di rancore e arroganza (dovuti soprattutto al suo profondo complesso d’inferiorità), Suigintou non si fa scrupoli nel Gioco di Alice, e non esita ad usare qualsiasi metodo possibile per vincere, a prescindere da quanto crudele esso sia. Ha una particolare insofferenza verso Shinku, che lei considera sua rivale, e riesce perfino ad approssimare quante ore e minuti sono passati dal loro ultimo scontro.
Nella prima stagione, Suigintou, grazie alla sua grande forza di volontà, riesce a muoversi e a combattere senza doversi avvalere di un medium, cosa verso la quale è contraria a causa del suo forte senso di indipendenza e del suo disgusto verso il genere umano. Insieme al suo spirito guardiano, Meimei, le armi di Suigintou sono le sue logori ali nere, con le quali è in grado di creare due draghi e anche una grande spada e che, in caso di necessità, possono essere usate anche come scudo. Suigintou è inoltre in grado di utilizzare attacchi basati su distruttive fiamme dal colore blu. In quanto prima bambola della serie ad essere stata creata, Suigintou presenta alcuni peculiari difetti fisici, che, però, variano tra anime e manga.
Nell’anime le manca il tronco, perché, come spiegato da Shinku, Rozen decise di cancellare il suo progetto in piena costruzione. Ironicamente, dopo essere stata distrutta in battaglia da Shinku, Suigintou viene ricreata con un nuovo torso durante la seconda stagione, Träumend. Chi sia l’artefice del suo restauro non è dato sapere, ma nel finale di Träumend viene mostrato Rozen mentre le lega affettuosamente il fiocco sul collo; lo stesso Rozen in passato le disse che per lei era ancora possibile divenire Alice, nonostante il suo corpo imperfetto. Nel manga, le ali (da notare che Suigintou è l’unica bambola ad averle) le hanno riempito la schiena di crepe. Queste imperfezioni hanno indotto qualcuno a definirla “spazzatura”, e gran parte della sua vita è incentrata nel dimostrare il contrario. Tuttavia, dopo l’incontro con Megu, il suo carattere e i suoi obiettivi hanno cominciato a cambiare: Suigintou ha cominciato lentamente a dimostrare segni di affetto ed anche la speranza di poter usare le Rosa Mystica delle altre bambole per poter curare la malattia della sua medium.

Jun Sakurada

Un ragazzo traumatizzato che vive come un eremita nella sua stanza e che ha smesso di frequentare la scuola, nell’anime dopo essere crollato sotto la pressione degli esami d’entrata mentre nel manga rifiuta di tornare a causa di un episodio scolastico durante il quale è stato deriso da tutta la scuola. Soffre di ciò che viene chiamata tokokyohi (????, rifiuto di presenza?), il rifiuto assoluto di frequentare la scuola, ed anche di hikikomori, il fenomeno con cui si tende ad isolarsi dalla società.
Spende molto del suo tempo davanti al computer e ha l’hobby di ordinare oggetti via Internet (la maggior parte dei quali con presunti poteri occulti), salvo poi restituirli prima che finisca il periodo di prova per non doverli pagare. Ha la passione per le automobili e fa collezione di macchinine. Dopo essere entrato in possesso di Shinku, una delle Rozen Maiden, ed averla caricata, si ritrova coinvolto nel Gioco di Alice, in particolare a causa del vizio della bambola nel considerarlo un suo “servitore” e nel voler che le obbedisca sempre. Jun è abile nei lavori manuali e in particolare nel cucire. Benché sia arrogante ed a volte anche freddo e maleducato, Jun si preoccupa molto per gli altri, nonostante si rifiuti di ammetterlo. Va particolarmente d’accordo con Hinaichigo.

Nori Sakurada

La sorella maggiore di Jun. Svolge il compito di suo guardiano, in quanto i loro genitori sono in viaggio di affari all’estero e apparentemente ignari della condizione di Jun. Gentile e premurosa, a volte fa strane fantasie su suo fratello. Sfortunatamente, molte volte è lei a subire i suoi sfoghi d’ira. Shinku le fornisce costantemente consigli su ogni tipo di cosa, da come fare il tè a come prendersi meglio cura di Jun. Vuole molto bene alle bambole.

Rozen Maiden Vol 4 Rozen Maiden Vol 5 Rozen Maiden Vol 6

Manga

Il manga in Giappone si è concluso bruscamente, in seguito a misteriosi dissapori fra le autrici e l’editore, con il volume 8. Originalmente veniva serializzato mensilmente nella rivsta Monthly Birz Comics, pubblicata da Gentosha. In Italia il manga è in corso di pubblicazione da parte di Flashbook a partire dal Giugno 2006. Al momento sono stati pubblicati tutti gli 8 volumi.
L’evolversi della storia presenta diverse differenze tra la versione cartacea e l’anime, comprese l’introduzione di nuove storie, personaggi e sequenze degli eventi.
Dopo quasi quattro anni di interruzione, in seguito a vari litigi tra le autrici e l’editore, è stato confermato che il manga si chiuderà all’ottavo volume che è recentemente uscito nel mese di febbraio 2008.

Anime

Rozen Maiden (prima serie)

La prima stagione di Rozen Maiden è incentrata sopratutto sulla riabilitazione psicologica di Jun Sakurada, un hikikomori che spende la maggior parte del suo tempo chiuso nella sua camera ad ordinare oggetti. Tramite una strana catena di eventi, Jun si trova in possesso di una bambola che si presenta come Shinku, la quinta Rozen Maiden. Per sommo orrore di Jun, Shinku decide di creare uno strano legame con lui, e l’asociale ragazzo finisce per diventare il suo “servitore”.
La serie segue le vicende dei due e dei loro incontri con le altre Rozen Maiden, bambole che per la maggior parte del tempo sembrano non desiderare altro che bere tè, distruggere finestre e scarabocchiare il pavimento con i pastelli. Durante questa stagione vengono introdotte cinque bambole: Shinku, Hinaichigo, Suigintou, Suiseiseki e Souseiseki. Suigintou è l’antagonista principale.
La prima stagione di Rozen Maiden è composta da 12 episodi trasmessi dal 7 ottobre 2004 al 23 dicembre 2004.

Rozen Maiden – Träumend (seconda serie)

La seconda stagione di Rozen Maiden presenta un’atmosfera più cupa. Gli episodi seguono di più la trama principale e vengono affrontati argomenti come la vera identità del “Padre”, il creatore delle Rozen Maiden, e l’inevitabile conclusione del Gioco di Alice.
Jun, nonostante abbia deciso di tornare a scuola, non può ancora farlo (a causa della mole di studio che deve affrontare per tornare in pari con il programma didattico), ma studia sia a casa che nella biblioteca pubblica, ha superato la sua agorafobia e sembra essersi legato molto con le bambole.
Shinku, a causa degli avvenimenti della precedente stagione, ha subito qualche piccolo cambiamento caratteriale, mantenendo comunque il suo solito atteggiamento da aristocratica, sgridando e punendo Jun ogni volta se ne presenti l’occasione. Vengono introdotti diversi nuovi personaggi, inclusi un coniglio in smoking con la passione degli indovinelli e dei misteriosi gestori di un negozio di bambole, inclusa una persona con una strana somiglianza al “Padre”. Vengono introdotte altre due bambole, Kanaria e Barasuishou. Quest’ultima è l’antagonista principale.