Spostarsi in giappone

Spostarsi in Giappone

Gli aeroporti di Marita e Kansai collegano il Giappone con ogni paese del mondo, visti i costi proibitivi dei mezzi pubblici è buona cosa trovare lo scalo più vicino alla propria meta ( ad es. per visitare Tokyo meglio atterrare a Marita).
Il mezzo di trasporto per antonomasia in Giappone è il treno: veloci, frequenti e confortevoli, vanno dalle piccole linee locali agli shinkasen o “treni proiettile”, sono molto costosi ma spesso sono previste riduzioni per agevolare i viaggiatori.
I treni ad alta velocità raggiungono i 270 Kmh e possono essere utilizzati solo se provvisti di Rail Pass che il visitatore deve recuperare prima di arrivare in Giappone.
Per spostarsi dalle isole principali a quelle minori si possono usare anche i trasporti aerei che risultano essere non più costosi delle linee ferroviarie, mentre nelle grandi citta’ gli autobus sono più convenienti dei treni e comunque abbastanza efficienti.
Nelle vaste aree urbane il mezzo più pratico e’ la metropolitana che risulta essere molto efficiente, mentre i tram migliorano la copertura su tutta l’area cittadina.
Spostarsi in automobile e’ sconsigliato nelle principali megalopoli ma e’ assolutamente fattibile in tutto il resto del Paese; il visitatore deve solo tenere a mente che si guida sulla sinistra.
Una rete di traghetti collega le zone del Giappone che altrimenti non sarebbe possibile visitare.Shinkansen Bullet Train and Mount Fuji, Japan

Cosa Fare

Il Giappone si divide tra la calma eterna di verdi parchi che si estendono in vaste aree del paese, e le grandi città dove l’elevata densità di popolazione rende necessaria l’integrazione di un sistema sociale abbastanza rigido.
I Parchi Nazionali,tra i quali Kikko e il Chichibu-Tama National Park, offrono percorsi escursionistici per tutte le età, mentre nelle montagne centrali del Paese e’ possibile venire a contatto con quelle che sono le rimanenze di antiche tradizioni secolari.
Nei mesi invernali è possibile anche sciare, le principali località sciistiche si trovano sull’isola si
Honshu e nella zona di Hokkaido.
Nelle isole intorno ad Okinawa si può praticare il sub e nelle zone costiere pianeggianti è diffuso il ciclismo.
Il golf in Giappone e’ sinonimo di prestigio, per entrare in un club ci vogliono quindi un portafoglio ben nutrito e una buona raccomandazione.

Vivere la città

La città in Giappone si presenta sotto un profilo minimalista in cui l’efficienza organizzativa ha la precedenza sull’estetica, per questo, dal punto di vista visivo, il paesaggio urbano appare abbastanza deprimente.
La periferia invece è riuscita a mantenere uno stile di vita meno legato allo sviluppo dei poli commerciali.

Cosa visitare

Musei nelle metropoli giapponesi è possibile visitare musei di ogni tipo a partire dal Tokyo National Museum; svariate tematiche vengono trattate nei numerosi altri centri culturali,
National Science Museum e Shitamachi History Museum sono due esempi. Il Senso-ji Temple è il luogo di culto buddista più animato.
Centro città tra luci al neon, centri commerciali di ultima generazione e schermi video sparsi in ogni dove, si trova anche qualche tempietto nascosto; il centro è sempre trafficato e si avvicina molto a schemi occidentali.
Sale da thè questa bevanda è di primaria importanza in Giappone, per questo esistono molti luoghi in cui potersi fermare e assaporare il particolare sapore del thè giapponese.
Sale da gioco numerossime nella città, sono sempre affollate di persone che provano a cimentarsi in nuovi videogame o che passano il tempo davanti a slot machine o intrattenimenti simili.
Locali nel nuovo Gippone trovano posto luoghi di svago per i giovani come discoteche o pub e per i più grandi anche locali in cui riposare e gustare cibi tradizionali giapponesi; numerosi sono anche gli strip-tease bar in tutto il centro cittadino.
Ristoranti : quelli più famosi sono sicuramente i locali dove viene servito il Sushi ma si trovano ormai ristoranti che servono ogni genere di pietanza diversa fino ad arrivare al ristorante italiano.