Religioni

tao shintoIl Giappone possiede due grandi religioni nazionali: il buddhismo e lo shintoismo, di cui la maggior parte dei Giapponesi si considera contemporaneamente seguace. Il buddhismo, con una dozzina di sette, con i suoi 72.000 templi, è praticato dal 38,3% della popolazione.

La sua importanza per lo sviluppo della cultura giapponese fu immensa e si può paragonare a quella avuta dal cristianesimo in Occidente. Il shintoismo invece è seguito dal 51,3% della popolazione, si rifà alle credenze del Giappone primitivo: si tratta di una religione priva di elementi dogmatici, tanto che per lungo tempo fu inglobata nel buddhismo. I buddhisti consideravano in effetti le divinità shintoiste, Amaterasu, Izanagi e Izanami, Susanoo, Ninigi no Mikoto, ecc. come bodhisattva e li veneravano come tali. Anche oggi, del resto, il buddhismo e lo shintoismo possono essere praticati contemporaneamente da una stessa persona, il che limita di molto il valore dei dati statistici sul numero dei fedeli delle religioni giapponesi, ma possiamo affermare che contemporaneamente le due religioni includono circa il 91% della popolazione, mentre la fede cristina solo l’ 1,5%.