Kobe

(giapponese Kobe) città e porto mercantile del Giappone, capoluogo della prefettura di Hyogo, situato nella parte sudorientale dell’isola di Honshu, sulla baia di Osaka. La regione circostante kobeproduce riso e altri cereali, frutta, ortaggi e tè. L’attività industriale della città è legata principalmente ai cantieri navali e alle fabbriche per la lavorazione della gomma, ma sono attive anche alcune industrie chimiche, metallurgiche, meccaniche, tessili e alimentari. L’espansione urbana di Kobe, lungo la costa, ha portato la città a unire il proprio settore industriale con la vicina Osaka. Dietro lo stretto litorale su cui si estende l’abitato, s’innalzano i monti Rokko, dove si trova una sorgente termale e dove sono stati costruiti alberghi e quartieri residenziali. Kobe vanta numerosi centri di culto, tra cui chiese cristiane, templi e santuari shintoisti e buddhisti; vi si trovano due celebri statue del Buddha, un Museo di belle arti e un Museo civico dedicato alle relazioni del passato tra il Giappone e l’Occidente. La città è sede di un’università, il cui nucleo iniziale venne istituito nel 1902. Il porto di Hyogo, oggi parte integrante di Kobe, fu per secoli uno dei più importanti del Giappone; la città ebbe tuttavia un notevole sviluppo a partire dal 1868, anno in cui il paese si aprì al commercio con l’estero. Il 7 gennaio 1995, un violento terremoto, con epicentro nell’isola di Awaji, di fronte al litorale di Kobe, distrusse la città: le vittime furono circa 5000 e oltre 21.000 furono i feriti.
Abitanti: 1.461.678.